La mia personale celebrazione del Document Freedom Day

Oggi il mio lavoro è intenso su tante cose, ma in particolare sto cercando di capirne di più sui sistemi open di gestione documentale. Insomma, studiare prima di parlare, direi. Non mi si dirà che non è un buon motto. Tra le cose che studio merita di essere segnalata la raccolta di materiali di quello che è stato l’evento della giornata: http://aliprandi.blogspot.it/2015/03/document-freedom-day-2015-slides-e.html E con questo faccio anche un passo avanti, dall’open source all’open standard. Problema che sento molto nella scuola (tanto lo sentono profondamente in pochi, direi, quanto è completamente trascurato da tutti gli altri, che ne ignorano persino la … Continue reading La mia personale celebrazione del Document Freedom Day

Digital Champion: anno nuovo, incarico nuovo

“Digital champion” può sembrare a molti un appellativo che risente troppo di una certa retorica anglofona da marketing e come tale può suscitare anche diffidenza, se non addirittura qualche resistenza. Occorre quindi che ne chiariamo l’origine e il significato, prima ancora di parlare di persone e dei loro progetti. Innanzitutto, il nome è in inglese non per vezzi esterofili all’italiana, ma perché così stabilito a livello europeo: più precisamente, è una carica istituita dall’Unione Europea nel 2012 . Come si spiega anche sul sito digitalchampions.it , il digital champion è una sorta di ambasciatore dell’innovazione, presente quasi in ogni paese … Continue reading Digital Champion: anno nuovo, incarico nuovo

A SMAU Milano 2014

Grazie a IWA Italy, l’associazione internazionale per la professionalità nel web, il gruppo di lavoro di Porte Aperte sul Web può presentare anche quest’anno tutte le novità che sono gratuitamente a disposizione delle scuole. Il quadro complessivo degli interventi si trova qui, sul sito della comunità di pratica. Il mio piccolo compito è stato tornare sul tema della Social Media Policy, trascurato quanto importante, in verità. Anche in questo caso rimando per ulteriori dettagli alle slide pubblicate su Slideshare: La social media policy a scuola: da dove cominciare? from Federica Scarrione Ascoltaquesto post by

La giornata aperta sul web:appuntamento da non perdere!

L’appuntamento milanese con la giornata aperta sul web è sempre, nonostante il periodo dell’anno in cui siamo tutti decisamente affaticati, un momento in cui si ritrova il vigore di chi ha tante idee da condividere. Nella mattinata gli esperti presentano problemi di attualità nella gestione dei siti web e rispondono ai dubbi che nascono dal confronto tra normative non sempre così conosciute tra le mura scolastiche e una pratica quotidiana che richiede energie e attenzione anche in molte altre direzioni, più umane e psicologiche, rispetto ai canoni della burocrazia. La giornata aperta è sempre il momento in cui tutti riscopriamo … Continue reading La giornata aperta sul web:appuntamento da non perdere!

Il problem solving nel XXI secolo (sottotitolo: Twitter, ti amo!)

Aneddoto giornaliero su cui si potrebbero fare tante interessanti riflessioni. Acquisto in mattinata biglietto Trenitalia online, pago con Paypal, ricevo mail di conferma dell’acquisto. Sembra tutto normale, finché non apro la mail, che non contiene come al solito il pdf del biglietto da stampare o visualizzare all’eventuale controllore. Parto tra un’ora: panico! Che fare? Cerco affannosamente link nell’ultima pagina visitata (quella di conferma emissione). L’italianissimo spirito della lamentela è lì che sta per farsi sentire. MA… Non voglio, dato che sono sempre più convinta che l’Italia abbia bisogno di spirito costruttivo, darmi al vezzo preferito dei miei concittadini. Ci sarebbero, … Continue reading Il problem solving nel XXI secolo (sottotitolo: Twitter, ti amo!)

Tra il cerchio e la botte il digitale non si ferma

Un colpo al cerchio e uno alla botte… La patata bollente del libro di testo digitale è questione non facile da gestire dalle parti del MIUR, e lo possiamo ben capire noi insegnanti che con questi strumenti ci confrontiamo da anni, cercando di conciliare competenze e passioni tecnologiche con pratica e esperienza didattica. In questi giorni sono stati espressi i pareri più disparati sul decreto del ministro Carrozza e sul relativo allegato tecnico. Ovviamente, ho letto, ritwittato, commentato e condiviso in primo luogo le opinioni di amici, come Noa Carpignano e Roberto Scano. Seguo da sempre con estremo interesse le … Continue reading Tra il cerchio e la botte il digitale non si ferma

Proviamo a fare la conta…

A questo MOOC che inizia con il suggestivo titolo Insegnare Apprendere Mutare si sono iscritti in 400: http://wp.me/p9DvD-1WD Bene, in 300 non mi sarebbe piaciuto e avrei fatto ampi scongiuri, nel timore che i renitenti alle nuove frontiere della didattica potessero essere una specie di esercito persiano. E poi non conosco bene Andreas Formiconi, ma mi spiacerebbe che gli toccasse la parte di Leonida, per quanto gloriosa. Quindi cominciamo sotto i migliori auspici e… contiamoci. Fra i miei contatti sui vari social network chi rientra nel numero dei 400?     Ascoltaquesto post by

Prospettive antitetiche sulla cultura digitale, chi avrà ragione?

[Hand and Sandywell (2002), tradotto da me al volo, spero non troppo male] Prospettive utopiche Prospettive distopiche Le tecnologie informatiche, basate sul calcolo elettronico, possiedono intrinsecamente la proprietà di diffondere la democrazia. Internet e il web sono mondi autonomi dotati di per sé di una struttura e di principi fondanti democratici. Le tecnologie informatiche, basate sul calcolo elettronico, possiedono intrinsecamente la proprietà di diffondere anti-democrazia. Internet e il web sono mondi autonomi dotati di per sé di una struttura e di principi fondanti antidemocratici. Le tecnologie informatiche sono di per sé neutrali, ma inevitabilmente finiscono per rendere più neutrali le … Continue reading Prospettive antitetiche sulla cultura digitale, chi avrà ragione?