EAS Day Università Cattolica di Milano

Sempre piacevole entrare in contatto con ambienti stimolanti e ricchi di idee, in cui i colleghi che sperimentano con entusiasmo, ma anche solide basi metodologiche, sono punto di riferimento e incoraggiamento. Un onore, poi, essere coinvolti attivamente per un contributo. Per chi non sa di cosa si tratti, una breve introduzione. L’utilizzo dell’EAS (Episodio di Apprendimento Situato) nella didattica è oggetto di ricerca attiva e sperimentazione da parte del Cremit (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media all’Informazione e alla Tecnologia). Il prof. Pier Cesare Rivoltella e i suoi collaboratori ne hanno dato un primo quadro complessivo nel volume Fare didattica … Continue reading EAS Day Università Cattolica di Milano

La giornata aperta sul web:appuntamento da non perdere!

L’appuntamento milanese con la giornata aperta sul web è sempre, nonostante il periodo dell’anno in cui siamo tutti decisamente affaticati, un momento in cui si ritrova il vigore di chi ha tante idee da condividere. Nella mattinata gli esperti presentano problemi di attualità nella gestione dei siti web e rispondono ai dubbi che nascono dal confronto tra normative non sempre così conosciute tra le mura scolastiche e una pratica quotidiana che richiede energie e attenzione anche in molte altre direzioni, più umane e psicologiche, rispetto ai canoni della burocrazia. La giornata aperta è sempre il momento in cui tutti riscopriamo … Continue reading La giornata aperta sul web:appuntamento da non perdere!

Il problem solving nel XXI secolo (sottotitolo: Twitter, ti amo!)

Aneddoto giornaliero su cui si potrebbero fare tante interessanti riflessioni. Acquisto in mattinata biglietto Trenitalia online, pago con Paypal, ricevo mail di conferma dell’acquisto. Sembra tutto normale, finché non apro la mail, che non contiene come al solito il pdf del biglietto da stampare o visualizzare all’eventuale controllore. Parto tra un’ora: panico! Che fare? Cerco affannosamente link nell’ultima pagina visitata (quella di conferma emissione). L’italianissimo spirito della lamentela è lì che sta per farsi sentire. MA… Non voglio, dato che sono sempre più convinta che l’Italia abbia bisogno di spirito costruttivo, darmi al vezzo preferito dei miei concittadini. Ci sarebbero, … Continue reading Il problem solving nel XXI secolo (sottotitolo: Twitter, ti amo!)

Tra il cerchio e la botte il digitale non si ferma

Un colpo al cerchio e uno alla botte… La patata bollente del libro di testo digitale è questione non facile da gestire dalle parti del MIUR, e lo possiamo ben capire noi insegnanti che con questi strumenti ci confrontiamo da anni, cercando di conciliare competenze e passioni tecnologiche con pratica e esperienza didattica. In questi giorni sono stati espressi i pareri più disparati sul decreto del ministro Carrozza e sul relativo allegato tecnico. Ovviamente, ho letto, ritwittato, commentato e condiviso in primo luogo le opinioni di amici, come Noa Carpignano e Roberto Scano. Seguo da sempre con estremo interesse le … Continue reading Tra il cerchio e la botte il digitale non si ferma

Vozme: un’aggiunta a questo sito

Conoscete vozme? Si tratta di un plugin che legge con sintesi vocale il contenuto dei post in un sito wordpress. Potete osservare la sua aggiunta sotto ogni post: è un’icona di altoparlate con un link accanto. Con un clic su questo link verrete rimandati a una pagina che trasforma il post in mp3 che potete ascoltare in streaming o scaricare. L’ho visto (e sentito) su www.pavonerisorse.it e l’ho subito provato anche sul mio sito personale. La voce maschile di default in italiano non è proprio chiarissima, secondo me, ma forse ci si può lavorare. http://vozme.com/webmasters.php?lang=it Ascoltaquesto post by

Twitter con gli studenti

Il 13 marzo, nella sala dei 500 del palazzo della Regione Lombardia,  ho presentato con un gruppo di studenti la nostra idea di didattica con i social network, nell’ambito dei percorsi di educazione alla cittadinanza dell’USR Lombardia. In piena coerenza con quanto andavamo affermando, i ragazzi hanno usato twitter per diffondere le frasi che più li hanno colpiti dei vari interventi della giornata: un bel modo per incentivare la loro attenzione e per promuovere la capacità di sintesi, no? Tweet su “#educittadinanza” Altra documentazione dell’evento su http://lnx.liceogalilei.org/studenti-che-hanno-raccontato-le-loro-esperienze-di-didattica-social.html Ascoltaquesto post by

Proviamo a fare la conta…

A questo MOOC che inizia con il suggestivo titolo Insegnare Apprendere Mutare si sono iscritti in 400: http://wp.me/p9DvD-1WD Bene, in 300 non mi sarebbe piaciuto e avrei fatto ampi scongiuri, nel timore che i renitenti alle nuove frontiere della didattica potessero essere una specie di esercito persiano. E poi non conosco bene Andreas Formiconi, ma mi spiacerebbe che gli toccasse la parte di Leonida, per quanto gloriosa. Quindi cominciamo sotto i migliori auspici e… contiamoci. Fra i miei contatti sui vari social network chi rientra nel numero dei 400?     Ascoltaquesto post by

Della memoria corta e delle false novità

Cito testualmente il comunicato stampa del MIUR: Libri cartacei addio. Ancora un anno di tempo e nella scuola italiana entreranno solo libri digitali o nel formato misto. E’ stato firmato dal ministro Francesco Profumo il decreto ministeriale in materia di adozioni dei libri di testo. Tra le principali novità, la disposizione per i Collegi dei docenti di adottare, dall’anno scolastico 2014/2015, solo libri nella versione digitale o mista. Inizialmente, l’innovazione riguarderà le classi prima e quarta della scuola primaria, la classe prima della scuola secondaria di I grado, la prima e la terza classe della secondaria di II grado. http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs260313 … Continue reading Della memoria corta e delle false novità

Pearltrees, sempre bello per cominciare

Quando parlo a platee di colleghi in cui vedo che molti sono gli incerti e i timorosi della rete, quelli che esitano (con più che motivate preoccupazioni, in genere) a sguinzagliare liberamente i proprio allievi nel grande mare del web, comincio sempre da qui: www.pearltrees.com Gratuito, abbastanza intuitivo, non richiede un dispendio enorme di tempo ed energie per impostare un lavoro di ricerca guidata o una lezione interattiva con LIM, pc e/o tablet. Qui si trova una guidina veloce che ho realizzato per Generazione Web Lombardia: http://www.istruzione.lombardia.gov.it/mantova/materiali-per-la-formazione-generazione-web-lombardia/  Ascoltaquesto post by

Prospettive antitetiche sulla cultura digitale, chi avrà ragione?

[Hand and Sandywell (2002), tradotto da me al volo, spero non troppo male] Prospettive utopiche Prospettive distopiche Le tecnologie informatiche, basate sul calcolo elettronico, possiedono intrinsecamente la proprietà di diffondere la democrazia. Internet e il web sono mondi autonomi dotati di per sé di una struttura e di principi fondanti democratici. Le tecnologie informatiche, basate sul calcolo elettronico, possiedono intrinsecamente la proprietà di diffondere anti-democrazia. Internet e il web sono mondi autonomi dotati di per sé di una struttura e di principi fondanti antidemocratici. Le tecnologie informatiche sono di per sé neutrali, ma inevitabilmente finiscono per rendere più neutrali le … Continue reading Prospettive antitetiche sulla cultura digitale, chi avrà ragione?